Mondo Abilità

Il Blog di Altravoce Onlus

Greta: un esempio da seguire

“Ho la sindrome di Asperger, e per me, quasi tutto è bianco o nero.
Io penso che in molti modi noi autistici siamo quelli normali e il resto delle persone è strano.

Continuano a dire che i cambiamenti climatici sono una minaccia all’esistenza e il problema più importante di tutti. Eppure semplicemente continuano come prima. Se le emissioni devono finire, dobbiamo finire le emissioni.

Per me, è bianco o nero. Non ci sono zone grigie quando si tratta di sopravvivenza. Dobbiamo cambiare.”

Così Greta Thunberg ha lasciato tutti a bocca aperta al vertice dell’ONU di qualche mese fa.

 

Greta e la sindrome di Asperger

Greta Thunberg, a cui è stata diagnosticata la sindrome di Asperger, è protagonista di un cambiamento nella coscienza di molti.

Un limite o una potenzialità?

Non so se lo sai, ma a partire dal 20 agosto 2018 Greta ha iniziato da sola, ogni venerdì, a manifestare davanti al parlamento di Stoccolma per chiedere leggi adeguate a contrastare il cambiamento climatico, grave problema della nostra epoca e che nessuno di noi sta affrontando in maniera adeguata.

Sembrava la protesta di una “piccola Davide” contro un gigantesco Golia: Greta è stata irremovibile e ha continuato la sua protesta che ha intitolato “Friday for Future”, alla quale si sono aggiunti anche studenti del nostro Paese.

La sua azione si è trasformata in azione corale: migliaia di studenti hanno assunto la lotta al cambiamento climatico come discrimine per il futuro.

 

Un esempio di coraggio e impegno

Rifiutare le regole del gioco, starne fuori, non è semplice né facile, soprattutto per chi ha bisogno di conferme. Greta, però, ci offre esempi di coraggio e impegno. Lei, così giovane, partirebbe già svantaggiata nel parlare di un tema così importante; eppure è diventata simbolo, acclamata da chi, nel mondo, vuole prendersi cura di dove viviamo.

Come con Agilulfo e Rambaldo, i personaggi de “Il cavaliere inesistente” di Calvino, Greta ci mostra quanto sia importante porsi delle domande:

  1. che cosa c’è dietro le apparenze di ciò che viene considerato come normale?
  2. quando vale la pena dare valore a qualcosa che per noi conta?
  3. quando metteremo al primo posto i nostri valori, come Persone?

Greta, un “cavaliere inesistente”

Greta non ha seguito e non vuole seguire gli schemi, ha una disabilità e vuole pensare con la sua testa. Può essere vista come Agilulfo, “il cavaliere inesistente”, che agisce in modo esemplare ma che risulta difficile da accettare, ai più.

A voler ben vedere, Agilulfo è un po’ come una persona con disabilità: un cavaliere che non esiste e quando, di fronte a Carlomagno, il grande imperatore gli chiede “e come fate a prestar servizio, se non ci siete?” la risposta di Agilulfo lo lascia stupefatto. Lui fa leva su due temi di cui abbiamo parlato in questo articolo:

  1. Forza di volontà
  2. Fede nella causa

Da “solitudine” a “essere esempio”

Il cavaliere sentiva di dar fastidio a tutti e sarebbe stato disposto a fare qualcosa per entrare in relazione con le persone intorno a lui. Nella quotidianità degli altri cavalieri, Agilulfo vede limiti e difetti che non gli appartengono e questo gli causa, in misura ancora maggiore, solitudine.

Ma nella vita di Agilulfo entra in gioco un’altra persona: Rambaldo, un giovane che attraverso la lotta cerca di costruire la propria identità, e che sta cercando proprio “la bianca armatura di Agilulfo”, il suo modo di essere unico e irripetibile.

Quando “il cavaliere inesistente” agisce, lo fa in modo differente dagli altri cavalieri: “aveva sempre bisogno di sentirsi di fronte le cose come un muro massiccio al quale contrapporre la tensione della sua volontà, e solo così riusciva a mantenere una sicura coscienza di sé.”

Ed è grazie a questa sua unicità che Rambaldo nota quanto sia limitata la società. La gente va “avanti a rituali, a convenzioni, a formule” e si sente, anche lui, un pesce fuor d’acqua.

Prova a pensare a Greta, adesso. Sedici anni. Sindrome di Asperger. Desiderio di cambiare il mondo.

E non per metafora.

 

Rosanna Greco e Fabio Dalceri

Volontari di Altravoce onlus

 

Vuoi acquistare il libro “Il cavaliere inesistente” di Italo Calvino su Amazon?

Lo trovi qui: Il cavaliere inesistente

 

 

 

 

You are donating to : Altravoce Onlus

How much would you like to donate?
€10 €20 €30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
Loading...